No tu no! Ma perché? Perché no! Come una semplice negazione può far commettere un errore gravissimo (che rischia di costare molto caro)

Sentirsi dire un perentorio “No tu no!” non è mai piacevole. Peggio ancora se a questa negazione non viene fornito un valido motivo (come nella famosa canzone di Jannacci). 

Non ti nascondo che qualche volta mi è capitato, ma sono pronto a scommettere che sia successo anche a te (e non ne avrai di certo un bel ricordo). 

Per questo voglio raccontarti un recentissimo aneddoto lavorativo perché è stato per me spunto di profonda riflessione.

E lo sarà anche per te vedrai, seguimi nella lettura e rimarrai di stucco.

Conosci il valore più grande su cui si basa la mia azienda? Ecco perché è importante che tu lo sappia

Parlo della COLLABORAZIONE.

Se mi conosci sai bene quanto io tenga alla collaborazione, tant’è che su questa mia convinzione ho creato un’azienda ed un brand: Rilòc. 

Forse non lo sai ma Rilòc significa Rete Italiana Locazione. Già questo ti fa capire quale fosse lo spirito che mi ha spinto a realizzare questo progetto. 

Il mio mantra è collaborare senza competere. Fare squadra per raggiungere obiettivi ancora più elevati.

Ho creato questa rete per collaborare con i noleggiatori locali, per condividere con loro reciproche opportunità di guadagno e soddisfare una tipologia di clientela che cerca un servizio ad alto valore aggiunto. 

Questo concetto i nostri clienti lo conoscono molto bene ed è anche uno dei motivi per i quali ci danno fiducia.

E anche i nostri fornitori lo sanno bene (o meglio…dovrebbero saperlo).

Eppure alcuni di loro hanno commesso il grossolano errore di guardare alla situazione con un po’ di superficialità (forse troppa… come starai per leggere). 

Da oltre 5 anni seleziono accuratamente i partner per creare la mia Rete di Noleggio Locale (diventata oggi la più grande in Italia). Oggi collaboro con quasi tutti i più importanti e affidabili noleggiatori nazionali (sia piccoli che grandi). 

Mi occupo personalmente di questa selezione, decidendo chi può far parte della Rete e chi no. Per far ciò utilizzo RentalSel, una tabella di valutazione e monitoraggio dei 10 parametri che reputo fondamentali per un noleggiatore (se sei interessato a scoprire quali siano, puoi cliccare QUI). 

I nostri partner (così come i nostri clienti) hanno moltissimi vantaggi ad affidarsi alla rete (e questo è dimostrato dai risultati raggiunti).

Tuttavia può capitare che qualche noleggiatore rifiuti la nostra proposta di collaborazione. 

Devo dirti la verità…finora abbiamo ricevuto pochissime negazioni. Si contano sulle dita d’una mano (e peraltro ci hanno lasciato totalmente indifferenti). 

Eppure questa volta…

Oggi voglio raccontarti dell’episodio (paradossale) accaduto giusto qualche settimana fa. Una negazione che ha davvero dell’incredibile. 

Noleggio a Rete Locale e Noleggio tradizionale: come una valutazione (troppo) superficiale ha “danneggiato” questo importante noleggiatore

Quando ricevo un rifiuto alla mia proposta di collaborazione in genere non ci faccio molto caso, capisco che esistano visioni del business molto differenti. Normalmente mi spiegano il motivo e, se non lo fanno, glielo chiedo io.

A volte trovo anche giustificate (seppur limitanti) le argomentazioni che mi vengono fornite.

In particolare questa: “preferiamo servire solamente i clienti locali e non quelli che vengono da fuori”.

Detta così non fa una piega, non tutti gli imprenditori vogliono aumentare il volume d’affari e i profitti delle loro aziende (… possiamo definirli “imprenditori insoliti”).

Ad ogni modo me ne faccio una ragione, li ringrazio e contenti loro contenti tutti.

Tuttavia c’è un caso davvero pazzesco che è nato da un errore tanto banale quanto potenzialmente grave.

Un gruppo di noleggio tra i più grandi in assoluto (e non solo in Italia), dopo tantissimi anni di ottima collaborazione, di punto in bianco ha detto “basta”.

E lo ha detto esattamente in questo modo, ti riporto le parole testuali:

“A malincuore devo comunicarti che le nuove disposizioni aziendali a livello di gruppo riguardo i noleggi ad aziende non utilizzatrici finali (sub-noleggio) non sono più consentiti.”

In pratica dopo una montagna di contratti sottoscritti e fiumi di nostro denaro regolarmente incassato, questo noleggiatore ci risponde “picche”. Non vuole più collaborare con Rilòc.

Ok ne prendo atto, ma voglio capirne di più. 

Come avrai immaginato non ho perso tempo e ho subito cercato di approfondire le reali motivazioni di questa presa di posizione, così perentoria quanto improvvisa. 

Sai cos’è successo realmente? 

È stato nominato un nuovo Top Manager (tra l’altro persona di altissimo livello professionale), ma le informazioni che ha ricevuto su Rilòc non erano esatte (o quantomeno non erano complete). 

Ora ti spiego esattamente com’è andata: 

Il nuovo dirigente ha fatto una scelta strategica, per certi versi anche condivisibile.

Ha deciso di smettere di “ingrassare” alcuni noleggiatori concorrenti, in particolare quelli che reputava tra i più aggressivi.

Ed è una scelta pienamente comprensibile.

Io stesso, in passato, da responsabile di area per quella che era l’azienda di noleggio più grande dell’epoca, ho discusso circa l’opportunità o meno di collaborare con gli altri noleggiatori. 

Le posizioni all’interno del team di lavoro erano contrapposte e tutte quante supportate da valide ragioni.

Per questo motivo non mi stupisco tanto della decisione di per sé, ma rimango incredibilmente esterrefatto dell’errore compiuto.

Sai quale ERRORE (assurdo) è stato commesso? 

Ci hanno scambiati per aggressivi, infimi e temibili… CONCORRENTI.

Ed è come scambiare un giocatore della tua squadra con un giocatore della squadra avversaria. Il primo ha lo stesso tuo obiettivo, il secondo fa di tutto per osteggiarti (e a volte anche con mosse non lecite).

Hanno banalmente confuso il Noleggio a Rete Locale (che offre reciproche opportunità di noleggio) con il Noleggio tradizionale (che ovviamente potrebbe comportare qualche rischio, se non correttamente gestito).

E pensare che sarebbe bastato davvero poco per capire che Rilòc NON è un Noleggiatore tradizionale:

  1. Non abbiamo mezzi di proprietà, noleggiamo unicamente quelli dei nostri partner.
  2. Non abbiamo filiali sul territorio, siamo noi che “ingrassiamo” i noleggiatori locali e non il contrario.
  3. Il nostro business è fondato unicamente sulla totale fiducia reciproca, per questo motivo non andiamo mai sul cliente di altri noleggiatori e nel dubbio ci asteniamo.
  4. I nostri Partner non rischiano di ritardare (o peggio perdere) alcun pagamento, ci facciamo infatti carico di ogni eventuale problematica di incasso con il cliente finale (anche nei casi più gravi, come accaduto durante l’emergenza COVID-19).
  5. Ci scambiamo spesso informazioni reciproche per evitare di incorrere in fregature, furti o quant’altro.

Siamo due mondi opposti, ma questa leggerezza gli potrebbe costare danni incalcolabili (purtroppo e mi dispiace).

Intanto ti racconto cos’è già accaduto:

Dopo pochi giorni abbiamo noleggiato alcuni mezzi per un nostro cliente, presso la più importante fabbrica (famosa a livello mondiale) del territorio di questo noleggiatore.

Vista la negazione ci siamo trovati costretti ad appoggiarci al loro più acerrimo rivale (cosa che mai avremmo fatto prima per il rispetto che nutriamo). 

Immagina quanto sarà stato contento questo noleggiatore di aver messo finalmente un piede lì dentro (e dopo il piede in genere entra anche il corpo).

Questo noleggiatore perderà sicuramente altro denaro (almeno il nostro), ma non è il danno più grave che potrebbe aver causato.

Ancor peggio è che il loro brand, di forte valenza locale, lascia fronte libero ad altri agguerriti competitor, che Rilòc avrebbe comunque contribuito ad arginare.

Ciò che ho raccontato ti fa ben capire quanto un “piccolo” errore di valutazione possa creare un potenziale “grosso” danno e soprattutto possa scoprire il fianco al nemico (che poi è la cosa più pericolosa).

A me è dispiaciuto perdere un collaboratore, ma per Rilòc è stato irrilevante.

Infatti, con più di 65.000 mezzi a noleggio ed oltre 2.000 Punti Noleggio Partner, non abbiamo difficoltà a servire ogni richiesta di noleggio, anche sul loro territorio.

Ho ricevuto una bella lezione di vita da questa esperienza, seppur mi abbia lasciato un po’ di amaro in bocca:

⇒  Non limitarti mai all’apparenza: rischi un danno per te o (peggio) la fortuna di altri.

Sono contento di aver condiviso con te questa mia vicenda, spero ti possa essere utile in futuro (almeno per non commettere lo stesso errore).

Se vuoi seguire il mio blog, clicca questo link => tizianobaiocco.it

Oppure se ancora non conosci i vantaggi del Noleggio a Rete Locale visita il sito www.riloc.it e chiedi un preventivo.

A presto e buon noleggio

Tiziano Baiocco

Tiziano Baiocco Fondatore di Rilòc

CEO di T.R.S. Group srl

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *