Il portafoglio dei noleggiatori è sempre più carico

La crisi del 2008 ha dato uno scossone a tutta l’economia italiana, purtroppo la ripresa è ancora all’orizzonte. Visti gli scenari internazionali, per ora non si vedono soluzioni che possano invertire la rotta alla stregua di un jet in virata.

COSA COMPORTA QUESTO ?

Che le imprese continuano sempre più a prediligere il noleggio dei mezzi da lavoro perché non è il momento di bloccare capitali.

L’andamento altalenante, che vede picchi di richieste di lavoro a momenti di sofferenza, avvantaggia il noleggio – che ci sguazza.

La richiesta di piattaforme aree e macchine da lavoro è salita e sta continuando a salire. Si noleggia un po’ per necessità e un po’ per maturità.

Restringendo il campo mi sono chiesto se il mercato italiano fosse pronto a questo cambiamento.

L’ITALIA ERA PRONTA A PRENDERSI QUESTA FETTA DI MERCATO?

No, probabilmente no.

Infatti a mettere gli occhi sul mercato italiano, ancora acerbo rispetto allo scenario europeo, sono stati i grandi players comunitari, tanto che il loro interesse ha suscitato un forte entusiasmo e non poche attenzioni da parte dei piccoli/medi noleggiatori nazionali.

CONTI ALLA MANO

Il dato Camera di Commercio del 2017 registra in Italia la presenza di circa 4.800 noleggiatori di mezzi da lavoro, con 17.000 addetti complessivi.

I primi 10 noleggiatori nazionali fatturano il 37,8% del mercato. Coprono in pratica la fetta di mercato più importante.

 

È QUINDI GUERRA APERTA TRA GLI ALTRI 4.790 NOLEGGIATORI?

Come in ogni settore, ognuno cura il proprio orto e i propri interessi. In questo mercato ci sono principalmente 2 possibilità per emergere:

  • Puntare sul prezzo

Qui la guerra si fa soprattutto nei grandi cantieri e presso i grandi clienti, dove ai committenti poco interessa se non il miglior prezzo e una buona assistenza in caso di guasti. È un settore importante che ingolosisce soprattutto i noleggiatori strutturati che possono permettersi prezzi risicati e tempi di pagamento (generalmente) tutt’altro che brevi.

  • Puntare sul servizio

Qui entrano in gioco anche i medio/piccoli noleggiatori locali. La battaglia si gioca sulla loro capacità di soddisfare di volta in volta le esigenze delle aziende. Nascono opportunità sia con i clienti della zona, sia con clienti che hanno cantieri delocalizzati, spesso di modesta entità.

LE CRITICITA’ STRUTTURALI DEL SETTORE, DA SEMPRE

Mi interesso di noleggio dal 2001 e dal 2006 sono diventato operatore di questo settore. Conosco alla perfezione quali siano le criticità di un noleggiatore GRANDE e di un noleggiatore piccolo.

 

 Vediamole insieme

 

Criticità dei noleggiatori grandi e strutturati

  • Dispongono di molti mezzi, ma non di tutto il noleggiabile. La tipologia di mezzi può essere limitata al proprio settore principale.
  • Rigidità nelle procedure, dovuta a protocolli necessariamente standardizzati.
  • Preventivi poco omogenei difficilmente paragonabili per la presenza di molte voci diverse dal canone (percentuali assicurative, una-tantum, pulizia, oneri di sicurezza).
  • Noleggi brevi poco considerati, se non si è già buoni clienti.
  • Necessità di doversi interfacciare con più persone per la risoluzione di problemi (amministrativi, assistenza, ecc.).
  • Costi di trasporto potenzialmente alti in caso di cantieri molto dislocati, perché la stretta copertura territoriale è limitata al numero di filiali.

Criticità dei noleggiatori locali medio/piccoli

  • Necessaria diffidenza verso clienti non della zona.
  • Richiesta di cauzioni importanti per tutelarsi al meglio.
  • Tipologia di mezzi limitati.
  • Numero mezzi limitati.
  • Possibile difficoltà a sostituire un mezzo guasto se non riparabile in tempi brevi.
  • Rischio di ritiro del mezzo dal cantiere per soddisfare un cliente ritenuto più importante.
  • Limitati servizi offerti (ad es. operatore, gestione pratiche, ecc.).
  • In mancanza del titolare in azienda può succedere che non si riescano ad avere risposte.
  • Rischio di non ricevere riscontri se le richieste non sono ritenute interessanti.

La colpa di queste criticità non è dei noleggiatori Italiani, in maggior parte aziende serie, ma sono fattori legati alle dinamiche proprie del noleggio, che esistono da sempre.

 COSA NE PENSI DELLO SCENARIO CHE TI HO PRESENTATO? TI CI RITROVI?

 Ti voglio raccontare un pezzo della mia storia perché, come anche te immagino, odio rassegnarmi alle situazioni a prima vista insormontabili.

 Lo so benissimo, chissà quante volte hai dovuto affrontare e superare queste criticità, più o meno grandi. Quanto tempo hai dovuto perdere e quanto denaro è uscito dalle tue casse senza poterne fare a meno?

Mi hanno insegnato: dove c’è un problema, c’è un’opportunità! Di problemi ce n’erano parecchi, quindi ho pensato che ne valesse la pena ragionarci un po’.

Pur conoscendo perfettamente il settore, ho impiegato quasi 5 anni per realizzare una soluzione definitiva che liberi il cliente da questi ostacoli. Ho venduto i mezzi di proprietà per non avere distrazioni e ho lavorato a testa bassa con i miei collaboratori. Finché, giorno dopo giorno, ho costruito una rete di relazioni incredibile.

Oggi ti posso dire che conosco quasi tutti i noleggiatori italiani, uno ad uno. Di loro conosco pregi e difetti.

È nata così Rilòc, la Rete di Noleggio Locale più grande in Italia.

Quando devo noleggiare piattaforme aeree o mezzi da lavoro per un cliente, valuto sempre con attenzione le scelte da compiere. Per ogni esigenza di noleggio, Rilòc è in grado di identificare sempre il migliore fornitore. E ogni volta non è mai lo stesso.

Se sei interessato ad approfondire il servizio offerto da Rilòc, che garantisce ai propri clienti:

  • Disponibilità del mezzo certa al 98%
  • Oltre 2.000 punti noleggio partner
  • Unico referente nazionale

puoi visitare il sito cliccando qui: => www.riloc.it

 Buon noleggio

Tiziano Baiocco

Tiziano Baiocco Fondatore di Rilòc

CEO di T.R.S. Group srl

 

PS: Se hai domande o dubbi non esitare a contattare l’ufficio informazioni a questa mail: info@riloc.it.

PPS: Siamo molto veloci a rispondere perché sappiamo che hai bisogno di riscontri rapidi e puntuali.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *