Sei proprio sicuro di sapere tutto sulle normative riguardo l’utilizzo delle attrezzature da lavoro? Ecco perché essere informati migliora la sicurezza del tuo cantiere

È possibile impedire che talvolta si verifichino degli inconvenienti spiacevoli?

Gli incidenti a cui mi riferisco non sono dovuti a distrazioni, ma alla non conoscenza delle norme di sicurezza in vigore.

Quante volte (purtroppo) le cronache parlano di piattaforme aeree che si sono rovesciate.

In questi casi è bene capire se fossero stati posizionati correttamente gli stabilizzatori oppure se fosse stato ben controllato il terreno dove è stato piazzato il macchinario.

Sei d’accordo con me che situazioni simili potevano (e dovevano) essere evitate?

La sicurezza viene prima di tutto ed è il motivo per cui ho scritto questi contenuti in collaborazione con Ezio Cantamessa, massimo esperto e Istruttore Senior IPAF.

Ezio Cantamessa si occupa di formazione dal 2007 e ha istruito oltre 7.000 operatori di PLE. Nel 2011, al summit IPAF ha vinto il Premio Internazionale IAPA per il miglior nuovo centro di formazione al mondo.

“Sulla sicurezza del lavoro non si deve scherzare, mai”

-Ezio Cantamessa

Hai provato a immergerti nel quadro normativo e ne sei uscito confuso? Questo è tutto quello che devi sapere

La formazione sull’uso delle attrezzature di lavoro in Italia è indicata come obbligo dal Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (D.L-gs 81/2008) integrato e corretto dal successivo D.Lgs. 106 del 3 agosto 2009.

Con tale decreto legge viene definito l’obbligo per il Datore di Lavoro di fornire la necessaria formazione agli addetti all’utilizzo delle attrezzature di lavoro che richiedono conoscenze specifiche in materia di sicurezza (art. 71, comma 7 – art. 73, comma 4).

In caso di violazione dell’obbligo appena citato, indipendentemente dal concreto verificarsi di un infortunio, sono previste delle sanzioni amministrative e penali a carico del Datore di Lavoro (arresto da 3 a 6 mesi e/o ammenda da circa 2.700 euro a 7000).

Per alcune attrezzature di più larga diffusione, il 21.02.2012 è stato approvato un “Accordo Stato Regioni” relativo ai corsi di abilitazione, il cosiddetto ‘Patentino’.

Tale Accordo contiene le disposizioni normative relative ai requisiti minimi dei corsi di formazione relativi alle attrezzature e definisce: i soggetti abilitati, le macchine interessate, le durate dei corsi e i contenuti.

Le attrezzature coinvolte sono le seguenti:

  • Piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE)
  • Gru a torre
  • Gru mobile
  • Gru per autocarro
  • Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo
  • Trattori agricoli o forestali
  • Macchine movimento terra
  • Pompa per calcestruzzo

Vige inoltre l’obbligo a carico di chi noleggia o concede in uso tali attrezzature, di richiedere una dichiarazione al Datore di Lavoro che riporti l’indicazione del lavoratore o dei lavoratori incaricati del loro uso i quali devono risultare formati conformemente alle disposizioni di legge (art. 72, comma 2).

Ti svelo il segreto del noleggio perfetto quando hai un cantiere dislocato fuori zona: affidarsi al Noleggio a Rete Locale.

Conoscere bene il quadro normativo è fondamentale, perché ti permette di mantenere tutti gli standard di sicurezza (e ti evita anche di incorrere in sanzioni).

I lavori nei cantieri sono spesso frenetici e le perdite di tempo non piacciono a nessuno, dico bene? Sono convinto che quando si parla di cantieri c’è sempre un margine di miglioramento.

Mi occupo di noleggio dal 2006 e ho avuto modo di sperimentare di persona le esigenze di chi deve noleggiare mezzi da lavoro per le proprie attività.

E proprio per questo ho lottato duramente negli anni per rendere l’intero sistema più semplice possibile.

Rilòc è la Rete di Noleggio Locale più grande d’Italia ed è stata creata con questo obiettivo in mente: semplificare la vita sia a chi deve noleggiare un mezzo da lavoro, sia ai noleggiatori locali.

Con oltre 2.000 Punti Noleggio Partner su tutto il territorio nazionale avrai a disposizione quasi l’intero parco mezzi italiano, con la garanzia della disponibilità del mezzo al 98%.

Sono assolutamente convinto che una persona debba essere tutelata al meglio e Rilòc ti offre proprio questo: avrai il vantaggio di interfacciarti con un Unico Referente Nazionale che ti tutela durante tutto il processo di noleggio e si occupa di trovare il noleggiatore perfetto al posto tuo.

Dai un’occhiata a questo breve video dove spiego come funziona il Noleggio a Rete Locale.

Se vuoi scoprire tutti i servizi che ho ideato per semplificare il noleggio di piattaforme aeree e mezzi da lavoro visita il sito => https://www.riloc.it

Se, invece, hai bisogno di un preventivo per il noleggio di un mezzo da lavoro >> CLICCA QUI <<

Se vuoi scaricare Gratuitamente il PDF sul Quadro Normativo compila il form qui sotto e lo riceverai direttamente via mail!

Tiziano Baiocco

Tiziano Baiocco Fondatore di Rilòc

CEO di T.R.S. Group srl

PS: se ti sono piaciuti i contenuti che hai appena letto dai un’occhiata a questi altri articoli, scritti sempre in collaborazione con Ezio Cartamessa, massimo esperto e Istruttore Senior IPAF.

 Riduci il rischio di incidenti nel cantiere: 10 controlli pratici per quando utilizzi Piattaforme Aeree

 Le 10 domande fondamentali sull’uso delle piattaforme aeree e perché è importante conoscerne le risposte

 Ecco 5 consigli pratici per migliorare la sicurezza nell’utilizzo di piattaforme aeree

 Anche tu hai avuto spiacevoli inconvenienti che hanno bloccato i lavori nel cantiere? Ecco come puoi migliorare la sicurezza nell’utilizzo di piattaforme aeree: 10 semplici controlli che devi fare prima di salire.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *